Il dott. Massimo Adolfo Caponeri #fattiseguiredaunobravo nello studio di C.A.Me.Psi.

Chi sono

Medico Chirurgo, Psichiatra, Psicoterapeuta, Psicoanalista membro della Società Psicoanalitica Italiana (SPI) e dell’International Psichoanalytical Association (IPA), con una lunga carriera clinica in ambito ospedaliero e universitario.

La carriera e gli studi

È stato docente di Semeiotica Psichiatrica, Psicologia Medica, Psichiatria Sociale e, successivamente, di Terapia Strategica presso la Scuola di Specializzazione in Psichiatria dell’Università degli Studi di Milano, docente di Psicoterapia Psicoanalitica Freudiana presso la scuola di Specializzazione in Psicoterapia Breve Strategica di Arezzo, diretta dal Prof. G. Nardone. Ha svolto numerose ricerche in Psichiatria, Neuropsicofarmacologia, Psicoterapia e Psicoanalisi. Ha partecipato attivamente a Seminari Clinici e Congressi nazionali e internazionali come relatore, con comunicazioni personali, e ha pubblicato numerosi lavori attinenti a tali temi su varie riviste scientifiche. È esperto in Psicoterapia individuale, di gruppo, di coppia e familiare, in Terapia Breve Strategica e in EMDR, e svolge perizie soprattutto per quanto concerne il diritto di famiglia.

Da qualche anno si dedica prevalentemente alla consulenza privata e alla gestione di C.A.Me.Psi. (Centro Accademico Medico Psicologico) di cui è il fondatore.

Ricerche

Ha svolto numerose ricerche in Psichiatria, Neuropsicofarmacologia, Psicoterapia e Psicoanalisi. Partecipando attivamente a Seminari Clinici e Congressi nazionali e internazionali come relatore. Successivamente ha pubblicato numerosi lavori attinenti a tali temi su varie riviste scientifiche (vedi pubblicazioni). Da qualche anno si dedica prevalentemente alla consulenza privata e alla gestione di C.A.Me.Psi. (Centro Accademico Medico Psicologico) di cui è il fondatore.

C.A.Me.Psi.

C.A.Me.Psi. ha come scopo il confronto e la ricerca nel campo della Medicina, Psichiatria, Psicologia, Psicoterapia, Comunicazione e Terapie Naturali.
 Questo per privilegiare l’aspetto “accademia”, con: incontri, eventi, seminari, corsi, scambio di articoli, confronti, supervisioni, supporto psico-terapico e peritale.
 L’interesse prevalente, oltre al benessere psico-fisico della persona, è quello delle relazioni umane (dipendenze, separazioni, stalking, coppie, genitori-figli, colleghi e superiori, single e separati…). C.A.Me.Psi. è nato come Centro di Terapia Integrata, con il collegamento con esperti in vari settori.

Curare secondo l’idea culturale corrente

Nell’aprile del 1998 ebbi l’occasione di partecipare a un Congresso dal tema certamente curioso, in un paese certamente particolare: Haiti. L’argomento in questione era: “Psicosi e vudù”. Così appresi che anche gli “officianti del culto” (Mambò e Hungan) curavano con psicofarmaci. 
In realtà accade che gli haitiani non riconoscono le terapie della medicina ufficiale: solo ciò che è gradito al Loà, lo spirito degli  dei vagante, può essere accettato. Pertanto gli psichiatri di lì devono accordarsi con i loro “sacerdoti” perché siano proprio loro a garantire per la bontà di quei medicamenti, e distribuirli per mano vuduista. 
Insomma: non basta curare, si deve anche farlo secondo l’idea culturale corrente.

D’altronde, che penserebbe un haitiano di un intellettuale ebreo newyorchese che si stende sul lettino di uno psicoanalista? Al di là dell’aneddoto, quello che si vuole significare con “Centro di terapia integrata” è la possibilità di accreditare una eterogeneità di risposte a disturbi e problemi di vario genere, fuori da qualsiasi dogmatismo, con l’unione degli interventi psicologici con quelli somatici, sia pur con riguardo della correttezza e dell’efficacia.

Uno dei libri pubblicati da Massimo Adolfo Caponeri

Uno dei libri pubblicati da Massimo Adolfo Caponeri 

Scrittore

Ha pubblicato due romanzi, “Sei ore della vita di Giulio”, con una prefazione di Raffaele Morelli, e “Woodoo e Incantamento”, con prefazione del Prof. Roberto Razeto. In attesa della pubblicazione del terzo che si intitolerà: “Al di qua della rivoluzione“.