Psicoterapia strategica

Esistono varie Scuole che adottano il termine di “strategica”. Di fatto il termine deriva dal Mental Research Institute (M.R.I.) di Palo Alto, California. Per meglio definire, citerò Jay Haley, dal suo libro “Terapie non comuni”. “Si parla di Terapia Strategica quando il terapeuta mantiene l’iniziativa in tutto quello che si verifica nel corso della terapia ed elabora una tecnica particolare per ogni singolo problema.

Il terapeuta

…il terapeuta deve individuare i problemi da risolvere, stabilire gli obiettivi, progettare gli interventi per raggiungere tali obiettivi, valutare le risposte che riceve per correggere il suo approccio e, infine, esaminare i risultati per vedere se la terapia ha avuto un buon esito.

…sotto l’influenza della psicoanalisi, della terapia rogersiana e della psicoterapia psicodinamica in genere, lo psichiatra dunque doveva starsene in attesa passiva e interpretare o semplicemente riproporre al paziente tutto quello che egli diceva o faceva. 

Avrebbe inoltre potuto utilizzare un solo tipo di approccio, nonostante la varietà dei problemi o di persone che gli si fossero presentate. Centrare l’attenzione su un problema, stabilire degli obiettivi, intervenire attivamente nella vita di una persona o esaminare i risultati di una terapia era considerato una forma di ‘manipolazione’.

Il dott Massimo Adolfo Caponeri al MRI Mental Research Institute
Il dott Massimo Adolfo Caponeri al MRI Mental Research Institute

La terapia strategica

La terapia strategica non è una concezione o una teoria particolare, ma un nome per quei tipi di terapia in cui il terapeuta si assume la responsabilità di influenzare direttamente le persone. Erickson può essere ritenuto un maestro della terapia strategica; per molto tempo è stato considerato il massimo esponente dell’ipnosi medica mondiale…quello che è meno noto è l’approccio strategico da lui elaborato per il trattamento di pazienti singoli, di coppie e di famiglie senza ricorrere all’uso formale dell’ipnosi.

…il suo stile…è uno stile particolare di comunicazione…un particolare tipo di situazione comunicativa relazionale.”

Naturalmente l’approfondimento della tradizione strategica sarebbe lunghissimo.
Qui ci limitiamo a un accenno informativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *