Camepsi da settembre ospita ArtRiver ed Anfad

Novità in arrivo da settembre 2019 nel nostro centro a Milano, ospiteremo ArtRiver che è un’associazione che organizza corsi ed eventi legati all’arte e al teatro. Formativi ma ricchi anche di grandi tematiche sociali, infatti con loro arriverà anche Anfad, l’associazione nata da Manuel Antonio Bragonzi, che si occupa di tematiche connesse con i problemi legati all’adozione. Il nostro centro rilancia le sue attività, seguiteci che sarà un’annata davvero piena di iniziative di qualità e di valore.

ArtRiver

Con Artriver ci sarà un corso in partenza a settembre, presto notizie precise, di scrittura terapeutica con il nostro dottor Massimo Adolfo Caponeri che sarà supervisore del lavoro che la drammaturga Emina Gegic costruirà a partire delle nozioni di base dell’arte di scrivere. Il titolo del corso è “Parlami di te – scritti di drammaturgia terapeutica” che è un chiaro invito a raccontarsi apprendendo queste preziose tecniche, dopo ogni serata, che culminerà dopo la lezione di Emina con un esercizio scritto, il nostro psicoterapeuta farà una restituzione a tutti rileggendo cosa è stato scritto. Nell’ultima serata il dottore prenderà la tematica più ricorrente per un approfondimento generale. Ci saranno anche altre iniziative in preparazione, soprattutto con Alberto Corba (Teatro dei Lupi) che sta studiando dei corsi adatti allo spazio.

Anfad

Anfad (Associazione Nazionale Figli Adottivi) avrà degli spazi il lunedì e il venerdì, anche qui poi arriverà il programma completo, dove ci sarà uno sportello al quale gli adottati e le famiglie adottive si potranno avvicinare per avere diverse forme di aiuto. Poi ci saranno anche corsi (arteterapia e non solo) dedicati alle loro tematiche. Il primo appuntamento diverso di Anfad sarà la presentazione di “Mamma, tu in che pancia sei nata?” libro di Sara Anceschi sempre, ovviamente, connesso alle tematiche di Anfad

Info

www.camepsi.it

www.artriver.it

www.anfad.it

http://teatrodeilupi.it

Camepsi da settembre ospita ArtRiver ed Anfad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *